Angela Sirressi: “Nel dialogo tra scuola e famiglia la forza per farcela”

Eccomi di nuovo a voi, per fare il punto della situazione nelle nostre scuole nel tempo del covid; mi rendo conto che sono trascorsi solo due mesi dall’inizio delle lezioni, ma abbiamo dovuto affrontare già tantissime prove! Sì, stiamo vivendo un periodo faticoso per l’enorme impegno  richiestoci nell’affrontare l’emergenza sanitaria in corso, ma anche di grande collaborazione tra il nostro istituto comprensivo, l’amministrazione comunale e l’ATS, affinché tutte le procedure (di tracciamento, isolamento e successiva riammissione a scuola) previste dai protocolli sanitari siano rispettate.
Grazie alla dedizione e alle attività  del personale amministrativo e dei miei collaboratori (che spesso vanno oltre le normali ore di lavoro) possiamo dire che, al momento, la situazione è sotto controllo. Abbiamo avuto già delle classi in quarantena per la presenza di alcuni alunni positivi, per fortuna tutti asintomatici. Possiamo anche affermare che le misure di distanziamento tra i banchi e gli alunni, oltre all’uso dei dispositivi sembrano funzionare nel nostro istituto: a detta dei nostri pediatri di riferimento, tutti i casi degli alunni positivi, sono contagi avvenuti all’interno dei nuclei familiari, trasmessi dunque dagli adulti ai piccoli.
A tale proposito, confermiamo di aver ricevuto le mascherine e  i banchi distribuiti nelle scuole dal Ministero dell’Istruzione e di poter contare su un numero di collaboratori scolastici aggiuntivi, che ci aiutano nel lavoro di sanificazione e vigilanza degli ambienti e anche su alcuni docenti di supporto per le classi bolle, create nel rispetto delle distanze stabilite nelle aule. Abbiamo attivato da subito la Didattica Digitale Integrata per le classi o i singoli alunni  in isolamento prescritto dall’ATS. Il nostro Istituto può contare su un team di docenti molto esperti nell’uso delle nuove tecnologie, che mettono a disposizione le proprie competenze anche per la formazione degli insegnanti appena arrivati. Mi piace molto il clima di collaborazione tra i docenti di ogni ordine e dipartimento dell’istituto: è lo spirito giusto che ci permette di superare le difficoltà che ogni giorno si presentano e di mantenere il rapporto di fiducia con i genitori.
Ed è proprio a questi ultimi che mi rivolgo: è vero, stiamo attraversando come comunità un periodo difficile, perché essere nella fascia rossa richiede sacrifici enormi. Ma come scuola cerchiamo di continuare a fare sempre il nostro meglio e a contare sulla vostra presenza e fiducia nel nostro lavoro. Chiediamo comprensione per i momenti inevitabili di disagio che si vengono a creare e  che, ogni volta, cerchiamo di risolvere. Sapete che potete contare sempre sul dialogo coi docenti e la dirigente; l’unione tra insegnanti e genitori, alla base del patto di corresponsabilità educativa, è sempre stato il punto di forza di ogni scuola e oggi lo è ancora di più!
La consapevolezza di non essere soli permette a noi scuola, ma penso a ognuno di noi nella nostra comunità, di non perdere la speranza e la fiducia nel nostro presente, anche se poco luminoso, e nel nostro futuro che ahimè ora non riusciamo a vedere. Ricordiamoci sempre che noi lavoriamo insieme per i nostri piccoli e che loro ci guardano e che hanno bisogno di vedere adulti che sanno mettersi d’accordo per portare la barca, su cui si ritrovano, verso acque più serene. Gli adulti, se sanno essere uniti, danno a ogni bambino quella luce che nessuna tempesta potrà rubare loro; credo sia questo il bene più importante per loro. Buon lavoro a tutti voi, nella stima reciproca!
Angela Sirressi (dirigente scolastico – Istituto Comprensivo di Castel Goffredo).