Comune di Castel Goffredo e MAST nel concorso “Wiki Loves Monuments”

Oltre 90 paesi sono quest’anno coinvolti dal più grande concorso fotografico del mondo per numero di scatti raccolti, “Wiki Loves Monuments” 2021, giunto per l’Italia alla decima edizione. Sono 2.300 le istituzioni italiane coinvolte con circa 16.000 monumenti.

L’iniziativa intende valorizzare il grande patrimonio culturale italiano attraverso il web e contribuisce a diffondere la filosofia di tutti i progetti legati a “Wikipedia”, l’Enciclopedia libera, che si basano sulla libera condivisione della cultura. Verranno coinvolti e fatti conoscere anche monumenti poco conosciuti, ma per questo non meno importanti.

Il Comune di Castel Goffredo candida numerosi luoghi liberamente fotografabili, tra questi il torrione di Sant’Antonio con le mura gonzaghesche, il monumento ai Caduti, la chiesa di Santa Maria del Consorzio (l’elenco completo è disponibile al ink: https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2021/Monumenti/Lombardia/Provincia_di_Mantova#Castel_Goffredo). Grazie alle immagini scattate dai partecipanti, diventeranno patrimonio condivisibile e potranno illustrare le pagine dell’Enciclopedia e di altri progetti ad essa collegati, tramite la piattaforma di “Wikimedia Commons” (con licenza CC BY-SA).

Il museo MAST, con la sua partecipazione e durante i periodi di apertura al pubblico, mette a disposizione dei fotografi il proprio patrimonio artistico per raggiungere le stesse finalità. Il concorso, gratuito e aperto a tutti, si svolgerà dal 1° al 30 settembre 2021, ma possono partecipare anche fotografie realizzate in passato con qualsiasi apparecchiatura.

Come funziona? Scattata la foto al monumento, è possibile caricarla sul sito dal pc o direttamente dallo smartphone, grazie ad una nuova applicazione. Una mappa interattiva con tutti i monumenti disponibili guida l’acquisizione delle immagini. (Le istruzioni sono illustrate al link: https://www.wikimedia.it/wiki-loves-monuments/fotografi/). Un’opportunità importante da sfruttare, vista la necessità del rilancio turistico e di promozione dei territori nel periodo post Covid.

Massimo Telò