“L’è naa zò de co!”: la Compagnia Il Risveglio approda al Teatrino San Luigi

Dopo aver raggiunto nella passata stagione il prestigioso traguardo dei trent’anni di attività, la Compagnia Il Risveglio di Vobarno sta vivendo una nuova giovinezza con lo spettacolo brillante dal titolo “L’è naa zò de co!”; una commedia ricca di situazioni ad effetto, tipica della commedia degli equivoci, scritta e sceneggiata da Foscolo Staffoni, in programma sabato 5 dicembre alle 20.30 al Teatrino San Luigi di Castel Goffredo. Uno scoppiettante susseguirsi di colpi di scena, dalla trama molto promettente.

La giovane moglie di un ricco avvocato tiene il broncio al proprio marito, il quale non vuole accontentare alcuni suoi desideri. Un giorno sorpresolo a fare lo “svenevole” con la propria segretaria, lo tratta come un perfetto sconosciuto, anzi, riconosce come marito il giovane medico che è stato chiamato d’urgenza dalla clinica psichiatrica cui l’avvocato si è rivolto. Da quel momento la vita dei coniugi è sconvolta: Remo, il medico psichiatra, convinto che Luisa abbia subito un trauma, la asseconda per cercare di guarirla, mentre il marito Paolo, geloso, vuole riprendere il suo posto di consorte, temendo che il dottore possa approfittare della situazione. L’arrivo di una zia e di una cugina residenti a Londra, complica ancor più la faccenda costringendo l’astuta signora Luisa ad un gioco più serrato, ma molto pericoloso! Alla fine, ancora una volta, il vero amore trionfa…

Rinnovata negli interpreti, grazie a questo evento promosso dall’associazione El Castel, la Compagnia Il Risveglio si presenta al pubblico castellano in tutta la sua positiva energia; un marchio di fabbrica che l’ha portata in questi anni a collezionare riconoscimenti in vari concorsi regionali e nazionali. Un consiglio: non dimenticate a casa i fazzoletti, perché, dal ridere, qualche lacrima vi potrebbe sfuggire.

Personaggi e interpreti: ROSA – Governante (Ilenia Zani); PAOLO – Avvocato (Roberto Tiboni); LUISA – Moglie di Paolo (Serena Carmignani); SILVIA – Segretaria (Camilla Brida); OMAR – Musicista (Simone Pellegrini; REMO – Psichiatra (Roberto Maggi); MARTA – Zia di Luisa (Antonella Bonizzoli); EVELIN – Figlia di Marta (Francesca Carmignani)

Regia: Foscolo Staffoni

Collaboratori: direttrice di scena: Ornella Almici; assistenti di regia: Maria Rosa Vaglia, Chiara Maggi; scenografo: Giuliano Galvani; tecnici audio/luci: Giuliano Galvani, Paolo Statuto e Lorenzo Andreassi; costumista: Agnese Galvani; Allestimento scene: Luigi Bertoletti, Franco Orio, Sergio Dini, Sergio Albertini, Diego Bonizzoli e Guido Brida.