Il “Festival degli artigiani e delle arti” accende l’estate di Castel Goffredo

Parte martedì 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, il “Festival artigiani della arti – Teatro a chilometri zero”. L’appuntamento, che arriva alla sesta edizione, si propone di dare spazio agli artisti locali che si vogliono mettere alla prova sul palco, ma si cercherà anche di rinfrescare con musica e teatro le calde notti castellane in Piazza Castelvecchio, salotto di Castel Goffredo. Anche quest’anno il Festival mette insieme le sinergie dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione di volontariato El Castel, coordinate dall’ideatore e direttore artistico del kermesse castellana.

In occasione della Festa della Musica a livello nazionale ed europeo, martedì 21 giugno, primo giorno d’estate, faremo un percorso musicale con Sisto Palombella e la sua fisarmonica, che sarà affiancato da una serie di artisti e musicisti locali. Il 23 giugno sarà la sera dedicata al dialetto con “Cansù en dialet”, scritto e diretto da Rinaldo Treccani con un gruppo di musicisti di Castel Goffredo e Casalmoro. Giovedì 30 giugno “Il paese si racconta”, in collaborazione con “Associazioni in rete” di Castel Goffredo, che si sono impegnate nel lancio sul territorio di varie iniziative; con linguaggi diversi, allo scopo di divulgare e raggiungere sempre più persone con il messaggio, titolo anche del bando di Regione Lombardia, “Più cultura = Meno violenza”. Trascorreremo una serata dedicata a Castel Goffredo, ai suoi personaggi, ai suoi luoghi e a suoi ricordi, grazie agli scritti di vari autori del territorio che verranno drammatizzati.

Giovedi 7 luglio monografia su Rino Gaetano dal titolo “Ma il cielo è sempre più blu?” del cantautore lucano, ma adottato da noi, Renato Ciminelli; domenica 10 luglio “Storie e folé”, un appuntamento oramai classico con i PiÖCC – Piccola Orchestrina Cantastorie Castellani che metteranno in scena le pièce teatrali e musicali che più hanno emozionato il pubblico durante i loro ultimi spettacoli. Una sera magica all’insegna delle emozioni e dell’arte.

Il Festival si chiude sabato 23 luglio con “Visionari”, spettacolo scritto da Nicola Armanini in collaborazione con la presidente della Pro Loco di Castel Goffredo Lara Fezzardi, che unirà le energie di PiÖCC alla Pro Loco, in un percorso artistico che sulle vite di persone straordinarie che hanno cambiato il corso della storia dell’umanità, grazia alle loro idee innovative e rivoluzionarie. Anche questo spettacolo è realizzato in collaborazione con “Associazioni in rete” di Castel Goffredo e al progetto legato al bando di Regione Lombardia.

Anna Maifrini