I corsi archeologici del MAST alla scoperta delle nostre radici più antiche

Proseguono i corsi in streaming del MAST Castel Goffredo – museo della Città. Visto il grande seguito riscosso lo scorso anno in tema di archeologia, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cremona, Lodi e Mantova, il museo propone 4 incontri dedicati a “La futura carta archeologica di Castel Goffredo dalla preistoria all’età moderna” a partire dalle ore 21.00:

7/04/2021 Cos’è una carta archeologica. Preistoria e protostoria; a cura di Leonardo Lamanna (Soprintendenza di Mantova)

Una carta archeologica è uno strumento importantissimo per la conoscenza dell’archeologia di un territorio e per la sua protezione. L’incontro indagherà le caratteristiche principali e le funzioni di una carta archeologica e le sue differenze rispetto a una “carta del rischio”, strumento simile ma non identico. Particolare attenzione sarà rivolta all’analisi del ruolo del cittadino, dell’appassionato ricercatore al semplice curioso, in questo prezioso lavoro di raccolta dati. La conversazione terminerà con una breve rassegna dei principali dati disponibili sul territorio di Castel Goffredo (e zone limitrofe) dal Neolitico all’età del Ferro, concentrandoci soprattutto su come vivevano gli antichi abitanti di queste terre ricche di acque e foreste.

14/04/2021 L’età romana, a cura di Alberto Crosato (conservatore della sezione archeologica del MAST)

Degli oltre 50 siti archeologici già conosciuti nel territorio di Castel Goffredo, la grande maggioranza appartiene all’epoca romana. Per quanto preziose, le informazioni di cui disponiamo, risultano ad oggi assai lacunose. Oltre a tracciare un quadro delle conoscenze attuali, saranno illustrate le metodologie e gli strumenti utili a raffinare la qualità dei dati e a contestualizzare i singoli ritrovamenti.

21/04/2021 L’Alto Medioevo, a cura di Chiara Marastoni (Soprintendenza di Mantova)

L’Alto Medioevo copre un arco cronologico piuttosto vasto, che per convenzione va dal V secolo fino alla fine del X. Si tratta di un periodo in cui il paesaggio rurale conosce diversi mutamenti, che conducono alla formazione dei primi nuclei abitativi accentrati, precursori degli attuali paesi. Nonostante a Castel Goffredo sia intuibile una continuativa e diffusa presenza antropica nei secoli altomedievali, attestata anche nei territori limitrofi, sono scarse le testimonianze materiali in nostro possesso. L’incontro indagherà il perché di questa lacuna e di quali strumenti avvalersi per arricchire la carta archeologica di nuovi dati.

28/04/2021 Il Basso Medioevo e l’età Moderna, a cura di Simone Sestito (Soprintendenza di Mantova)

Partendo dalle occorrenze note di questi periodi per la futura carta archeologica, si intende fornire un inquadramento dell’archeologia che si occupa dei secoli basso e postmedievali, così da illuminare l’importanza del metodo archeologico per lo studio di questi contesti, nonché l’apporto significativo che gli studi in questo ambito possono fornire ad una carta che non sia soltanto una mappatura di siti noti, ma un utile strumento per la valutazione e la tutela della consistenza di evidenze ancora sepolte.

Il costo per l’intero ciclo di 4 incontri è di € 50 comprensivo del tesseramento all’associazione Gruppo San Luca. Il pagamento può essere effettuato direttamente presso il bookshop del museo, aperto da mercoledì a domenica dalle 10.00 alle 12.30, oppure tramite bonifico bancario sul c.c. intestato a San Luca srl n. IT10V0845457550000000300245 inviando successivamente la ricevuta di pagamento a direzione@mastcastelgoffredo.it. Il museo provvederà quindi a inviare il link per partecipare agli incontri. Il corso verrà avviato al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti. In caso contrario, si provvederà al rimborso.