Mons. Busca: “Vi affido due fratelli per il cammino della comunità castellana”

Cari fratelli e sorelle della comunità cristiana di Castel Goffredo,

conservo ancora vivo nella mente il ricordo della santa Messa celebrata il 14 giugno dell’anno scorso in piazza Mazzini in suffragio delle numerose vittime dell’epidemia che ha colpito pesantemente la vostra comunità. Spero e prego perché le famiglie che hanno sofferto siano consolate dalla fede e sono certo che la tenacia e la solidarietà dei castellani aiutino tutti i componenti della comunità a rianimarsi di fiducia e proseguire il cammino della vita con ancor più saggezza e generosità.

Vi raggiungo per comunicarvi che ho assegnato alla vostra parrocchia don Michele Garini come vicario parrocchiale. Il suo mandato riguarda anche la collaborazione nella Unità Pastorale per favorire il cammino sinodale delle comunità di Castel Goffredo, Casalpoglio, Casalmoro, Castelnuovo e Casaloldo.

Ricevete, inoltre, il dono del seminarista Luca Campagnoli che frequenterà il sesto anno di teologia. Un dono è anche una responsabilità; infatti, affido a tutta la comunità, e in modo particolare ai sacerdoti, il compito di accompagnarlo nell’ultimo tratto di formazione che lo porterà prima all’ordinazione diaconale e poi all’ordinazione presbiterale.

Questi due fratelli vengono a voi alla maniera del ragazzo di cui parla il Vangelo odierno, che consegnò nelle mani di Gesù i cinque pani d’orzo e i due pesci. Anche loro mettono a vostra disposizione ciò che sono e i doni che possiedono. Sono certo che saprete accoglierli con cuore aperto e disponibilità. Si mettono a servizio della comunità per aiutare ciascuno di voi a offrire i suoi cinque pani e due pesci sull’altare del Signore. La vita cristiana è tutta qui: nell’offerta di noi stessi al disegno di Dio. Non c’è parola più alta, gesto più efficace, testimonianza più eloquente.

Accompagniamo il passaggio di don Matteo, con gratitudine per il dono del suo ministero condiviso tra voi e nella preghiera perché possa moltiplicare il dono nella comunità cristiana di Bancole che è chiamato a guidare in qualità di parroco. Con le parole di san Paolo vi esorto a conservare l’unità dello spirito per mezzo del vincolo della pace e vi benedico.

Mons. Marco Busca – Vescovo di Mantova